“Cugino” del celebre Martini, il Dirty Martini – a differenza dell’originale – è a base di vodka e successivamente sporcato con la salamoia in cui vengono conservate le olive.

La combinazione con il vermut secco inoltre esalta i sapori, conferendogli unicità.

Rientra tra i cocktail ufficiali della International Bartenders Association.